giovedì 9 aprile 2015

Ron a Villa San Martino il 4 Aprile 2015 -Reportage- Fabio Concato e Fabrizio Bosso a metà Aprile 2015


La primavera di Villa San Martino è ricca di eventi e di concerti e, tra i tanti in programma, io ne ho scelti due da segnalarvi e raccomandarvi. Il primo è già andato in scena lo scorso 4 Aprile e ve ne avevo parlato in un post dedicato al Concerto di Ron qualche settimana fa. Oggi vi presento il bellissimo Report realizzato da Annita Fanizza che questa volta oltre alle sue splendide fotografie ci ha inviato anche la sua personale recensione. La nostra "inviata speciale" è stata davvero precisa e attenta descrivendo nella sua recensione tutto il concerto e riuscendo, in alcuni tratti, a raccontare in maniera così precisa l'evento da consentire a tutti noi che lo abbiamo perso di calarci in quella bella atmosfera. Il mio consiglio è di caricare nel PC una delle canzoni di Ron e di leggere la sua recensione guardando le foto che ci ha inviato. Non sarà come essere al concerto ma riuscirete senza dubbio a provare, almeno in minima parte, le sensazioni che Annita ha provato a trasmettere.



Tutt'altro discorso invece per il prossimo concerto che vi consiglio: Fabio Concato + Bosso in programma per il prossimo 18 Aprile 2015. 
I loro nomi sono già abbastanza rappresentativi per suggerirvi il motivo per cui vi consiglio di non perdere il concerto. Il repertorio di Concato è praticamente composto da classici della canzone italiana che da sempre hanno strizzato l'occhio al jazz ed il connubio, neanche tanto recente, con Fabrizio Bosso hanno conferito a quelle bellissime canzoni una nuova veste che attraverso arrangiamenti mirati vengono riproposte come classici rielaborati da una nuova chiave di lettura che li ha resi freschi e giovani anche per l'orecchio abituato ad ascoltarli da decenni. Vi consiglio di non perdere l'occasione di riascoltare i successi più grandi di Concato prendere nuova vita grazie alla tromba di Bosso.

Anche in questa occasione Annita Fanizza sarà presente al concerto. Scatterà le sue foto e, dopo questo esordio così convincente, ci invierà la sua recensione/racconto  anche del concerto di Fabio Concato e Fabrizio Bosso.
Il mio consiglio è sempre quello di essere li con lei ma se doveste perdere l'occasione l'appuntamento è rimandato qui, dove pochi giorni dopo il concerto, troverete le immagini e la recensione.






Questo Blog racconta da anni la musica dal vivo in Puglia senza chiedere nulla in cambio. Diventa fan della Pagina Ufficiale del Blog su Facebook per testimoniare il tuo apprezzamento:



Ecco la recensione di Annita Fanizza:

Procede a ritmo incalzante il nuovo tour di Ron per  tutta l’Italia, iniziato a febbraio, a cui ha dato il nome di “Neverending  TouRon”.  Lo abbiamo visto ospite in diversi eventi nei mesi scorsi, tra cui un concerto acustico a Napoli con Luca Barbarossa ed  il grande evento a marzo “ A casa di Lucio” a Bologna che, insieme ad altri grandi artisti e amici come Gianni Morandi, Renzo Arbore, Samuele Bersani, Caterina Caselli,  gli Stadio, Gigi D'Alessio, Noemi, Katia Ricciarelli, Federico Zampaglione e Ornella Vanoni , ha ricordato con dei mini-show all’interno delle stanze dell’abitazione di Dalla, il terzo anniversario della morte, nonché il compleanno (il 4 marzo), del grande Lucio. 


A presentare l'evento c'era  Sabrina Morea 

Ron ritorna quindi in Puglia, dopo il concerto nelle Grotte di Castellana a gennaio del suo “Un abbraccio Unico Tour”, facendo tappa questa volta a Martina Franca nell’incantevole location “Relais Villa San Martino”, sabato 4 aprile 2015.



Accompagnato dalla violoncellista Giovanna Famulari, si presenta in versione acustica, violoncello e chitarra, alternando anche il piano in alcuni brani.
Inizia il concerto con “Sei volata via”, “Mi sto preparando” e “Sabato animale” senza interruzione. Il pubblico si alterna a momenti di ascolto a quelli di accompagnamento al coro soprattutto durante i ritornelli, in cui Ron li lascia soli e si concede all’ascolto sorridente.





Confessa che ama molto questo tipo di situazioni intime e di nicchia perché sente la gente più vicina, non solo in senso figurativo, ma soprattutto musicale, perché dedita all’ascolto attivo e non è immersa in una grande folla rumorosa. Qui riesce a guardarla in faccia, vede i loro occhi, sente il respiro e anche un colpo di tosse. 







Procede con “Cosa sarà” e “Anima” e qui non mancano i riferimenti ai ricordi con Lucio Dalla. Segue “Il gigante e la bambina”, canzone sullo stupro che portò a “Un disco per l’estate” nel  1971 a cui fu tagliata una strofa per le parole di violenza. Passa al piano intonando l’ultima canzone presentata a Sanremo 2014.






“Un abbraccio unico” su cui ironizza il suo ultimo posto. E’ arrivato il turno di “Vorrei incontrarti fra cent’anni”  e qui la violoncellista Giovanna Famulari, dopo aver accompagnato Ron nei cori nelle precedenti canzoni, duetta divinamente con lui, al posto di Tosca. Il pubblico comincia a riscaldarsi sul serio e canta ininterrottamente insieme a Ron tutti i restanti brani “Una città per cantare”, “Piazza grande”, “Non abbiam bisogno di parole”, “Chissà se lo sai” e chiude il concerto sempre omaggiando Lucio Dalla con “Attenti al lupo”, con testo scritto da lui stesso.

Dopo due ore di concerto Ron si congeda ad un pubblico che reclama nuovamente il bis, ma sorridente saluta e ringrazia di cuore e noi ringraziamo lui per le emozioni che ci ha trasmesso ripercorrendo i 44 anni della sua carriera con le sue più belle canzoni.

                                                                                                                              Annita Fanizza
Grazie Annita per il tuo contributo!


0 commenti:

Posta un commento

Lascia il tuo commento a questo POST o, meglio ancora, la recensione allo spettacolo dopo che lo avrai visto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...