martedì 27 gennaio 2015

Nicky Nicolai e Stefano Di Battista al Teatro Palazzo di Bari - Reportage -


Sabato scorso, 24 Gennaio, ero al Teatro Palazzo di Bari.  Un nuovo amico del Blog, Fernando Esposito, era in sala con la sua macchina fotografica ed è stato così gentile da voler condividere con tutti noi le foto che ha scattato durante il concerto. 

Ed ecco invece la recensione di un altro fortunato spettatore, Dario, che mi ha inviato la sua personale recensione: 
"Le Mille Bolle Blu" non è stato esattamente come lo avevo immaginato e questa è la conferma che ai concerti bisogna andarci, viverli e assaporarli dal vivo. Il concerto ha proposto un repertorio diverso non rispettando alla lettera la track list del CD da cui ne è derivato il nome ma da subito le sorprese sono state una piacevole convergenza di positività. 
La prima è stata l'esecuzione di "Più Sole" che non riascoltavo da quando fu presentata a Sanremo.  


Nicky Nicolai è stata la regina incontrastata del concerto. A me è piaciuta molto anche per la simpatia e la familiarità con cui ha comunicato con il pubblico. Ho sentito pareri diversi e critiche dirette propria alla confidenza che aveva con il pubblico e alle sue digressioni in argomenti non proprio inerenti al concerto ma a me è piaciuta come persona e come artista. Devo dire però che su un fatto per sono d'accordo anche con le critiche: La politica dovrebbe restare fuori dai concerti soprattutto quando il repertorio proposto è universalmente riconosciuto come patrimonio di tutti.  

 

Ci sono stati tanti momenti divertenti, toccanti ed emozionanti. Il fuori programma che ha coinvolto una giovane donna che dal pubblico è salita sul palco cantando ben due pezzi interpretando nientemeno che Antonio Carlos Jobim e Mina, in maniera del tutto dignitosa tra l'altro, è stato un momento inatteso e divertente. 



Quando poi Di Battista ha voluto ricordare Pino Daniele suonando la sua musica con il solo sax e la sua commozione gli ha imposto una pausa dietro le quinte tutti si sono commossi ed io personalmente ho provato una gratitudine immensa pensando di essere li,  da vivo, a godere di quel momento. 



Ai concerti succede di tutto ed uno dei motivi che mi spingono a frequentarli è anche la possibilità di relazionarmi con la gente: A fine concerto una giovane e bellissima donna è venuta a salutarmi e si vedeva che fosse sinceramente felice di avermi trovato. 
Non l'ho riconosciuta al momento ed le ho detto qualcosa cercando di non tradire il mio imbarazzo e non suscitare il suo. 
Per tutta la sera ricordavo il suo viso familiare per rievocare un ricordo lucido di lei ma niente. Soltanto il giorno dopo, con la complicità di Facebook (ebbene si serve a qualcosa!) ho ricordato chi fosse. 
Ma che imbarazzo! Che delusione cocente il "crash" della mia mente in quel momento! 
Quando l'ho riconosciuta come una delle persone che da tanto, troppo tempo, aspettavo di poter incontrare ai concerti pugliesi! Perdonami Patrizia!! Ci rifaremo!!





0 commenti:

Posta un commento

Lascia il tuo commento a questo POST o, meglio ancora, la recensione allo spettacolo dopo che lo avrai visto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...