martedì 29 luglio 2014

Beat Onto Jazz Festival 01 - 04 Agosto 2014.


Ecco un altro bellissimo festival jazz pronto a regalare emozioni e musica ai fortunati che si godranno i concerti. Di uno avevamo già parlato: Si tratta della trombettista giapponese Hikari Ichihara che sarà in tour in Puglia nei primi giorni di Agosto.
Il BEAT ONTO JAZZ FESTIVAL 2014 - XIV EDIZIONE però non si esaurisce al concerto della bellissima giapponese ma è ricchissimo di eventi e concerti.
Ecco il programma:

Valerio Schiavone in "Non è bello cio' che è bello ..ma quando uno è brutto è brutto"


E' tempo di vacanze si sa' e molti dei Pugliesi trapiantati in giro per l'Italia rientrano a casa  e per godersi il nostro bel mare. Accade però che alle vacanze si unisca la possibilità di fare del bene utilizzando il proprio talento per divertire il pubblico e per sostenere fattivamente una causa importante.
E' il caso dello spettacolo che vi proponiamo oggi per il prossimo 10 Agosto. Valerio Schiavone, tarantino DOC trapiantato a Milano e la sede di Taranto dell'AIL propongono una serata all'Arena della villa Peripato di Taranto che oltre a divertire e per fare del bene, L'ingresso è gratuito ma le offerte saranno bene accette!

Lo spettacolo racconta il più grande interrogativo della storia dell’umanità… quale? E’ meglio vivere di sostanza o di apparenza? Come rispondere a questo dilemma? Beh, osservate l’approccio che i ragazzi di oggi hanno con l’altro sesso. Ma la domanda nasce spontanea: meglio essere belli o intelligenti? Meglio scegliere di rimanere deficienti o meglio impegnarsi a migliorare? Meglio una cartella di Equitalia o una moglie/marito? E i rapporti in famiglia? No, vabbé…!! Volete sapere come va a finire?... La narrazione in chiave comica è di episodi reali di vita vissuta da ognuno di noi, interpretata, scritta e diretta da VALERIO SCHIAVONE. Buon divertimento!!


Hikari Ichihara in tour in Puglia nell'estate 2014




Quello che mancava a questa splendida estate 2014 era un bel tour di concerti jazz. Ed eccolo qua!
Trovare occasioni per godere di concerti jazz di alto livello è sempre cosa gradita ma quando ad esibirsi è una trombettista donna e per giunta giapponese l'appuntamento diventa irrinunciabile!

Saranno ben quattro le occasioni per assistere ai suoi concerti. Un vero e proprio mini tour nella nostra Puglia che la bellissima e bravissima Hikari Ichihara ci ha voluto regalare.

Il Giappone ha salutato Hikari Ichihara come la stella nascente del jazz nipponico riconoscendole più volte il premio "Gold Disc" dello Swing Journal, storico magazine giapponese di jazz.

Pur essendo molto giovane il suo debutto discografico risale al 2005 e sin dall'ora il suo talento aveva già superato il Pacifico e gli USA facendosi conoscere anche a New York dove registrò due dischi “Sara Smile” (2006) e “Stardust” (2007), per la major giapponese Pony Canyon collaborando con stelle del jazz americano come Adam Birnbaum (piano), George Mraz (contrabbasso), Victor Lewis (batteria) e Wayne Escoffery (sax tenore).

Ma è nel 2010 che debutta il suo quintetto giapponese. Il quintetto che porta il suo nome e con il quale realizza "Move On" e "Unity", lavori di grande successo grazie ad un suono impeccabile e a brani originali in puro e compatto stile hard bop.

Gregory Porter al Locus Festival 2014 - Reportage -


Ecco un altro reportage dal Locus Festival. Un altro artista giunto da molto lontano per parlarci con la sua musica e la sua incredibile voce. Ancora grazie a Marilena Lerario che ci ha inviato le sue splendide foto e la sua personale recensione:

21,55, con cinque minuti di anticipo, con passo felpato (bellissimi i suoi mocassini), il GRANDE GRAMMY AWARD-WINNING americano, una delle voci piu' amate del panorama jazz internazionale ha fatto il suo ingresso sul palco del LOCUS FESTIVAL. 
Omaggiato dal calorosissimo applauso del più che numeroso pubblico presente ha fatto vibrare fin da subito la piazza.
"Un Gigante buono", tale mi e' sembrato. 
Un fare disinvolto, un sorriso compiaciuto, dal carisma tipico di Broadway (abituato tra l'altro a calcare le scene essendo forte del Teatral-Musical).
Curioso il cappello che calca (esigenza termica o di look?), non ho ben capito se e' il suo portafortuna o la sua coperta di Linus.
Voce baritonale calda e possente ma nello stesso tempo dolcissima: Energico, spirituale, artista completo con radici ben piantate nella musica nera.
Meravigliosi tutti i brani cantati BE GOOD in primis magistralmente eseguita sfumature senza fine limpidissimi falsetti forieri di brividi a pelle giù a scendere fino a toccare note gravissime. Una perfezione di intonazioni ed emozioni che lo proiettano inevitabilmente in quella cerchiadi MUSICISTI senza tempo, che attraversano le generazioni segnandole in modo inestimabile.
What else? Starei qui a scrivere e scrivere, ma come Gregory Porter afferma"La musica non si studia, si vive.
La musica è portatrice di cose belle è la più grande forza positiva nella quotidianità delle persone".
Ed oggi io aggiungo: Ne abbiamo tanto bisogno!! Noi che lo seguiamo non possiamo che ricordare le parole che la sua mamma pronunciò prima di morire:
"KEEP ON SINGIN". Continua a cantare GREGORY.....SEI GRANDE!!!!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...