martedì 13 maggio 2014

RESPIRO Live alle Officine Ergot di Lecce il 28 Maggio 2014



 Se siete alla ricerca di un concerto carico di nuove sonorità dovrete andare a ricercarle in un gruppo che le ha ritrovate in uno strumento antico e nella vocalità di una splendida voce.

Si tratta di un duo che da anni miete un successo dopo l'altro ovunque si proponga e che reinterpretando la musica di un genio come Sting ha trovato il modo di proporre la musica secondo una interprtazione del tutto nuova ed affascinante:

Frank Mc Comb live con “Live at the bitter end” a Villa Carenza.


Sarà una serata con uno dei più interessanti interpreti della musica soul quella che ci aspetta il prossimo sabato  a Villa Carenza (BA). Protagonista della serata sarà  Frank McComb con l'unica tappa in Puglia del suo “Live at the bitter end”, un concerto che ha voluto dedicare ad uno dei più grandi esponenti di tutti i tempi della black music, Donny Hathaway.
Non poteva che essere Mc Comb il protagonista di questo omaggio. Riconosciuto universalmente come uno dei migliori interpreti del soul mondiale è riuscito a far dialogare il soul di Stevie Wonder e Donny Hathaway con il jazz di Herbie Hancock ed il funk anni ‘70 fino a riunirli al Rhythm & Blues e addirittura ai gospel.

Il graditissimo ritorno di Frank Mc Comb in Puglia è un evento che siamo entusiasti di raccomandare che riconosciamo come un sintomo evidente di un fervore e una passione per i live sempre più diffusa e dilagante. Un ottimo segnale per la nostra Puglia. Infatti la sua ultima apparizione in terra di Puglia non è lontanissima e risale al 16 Febbraio 2013 quando Frank Mc Comb  si esibi al teatro Forma di Bari. 

Si tratta di un artista molto richiesto sui palchi di tutto il mondo che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Chaka Khan, Philip Bailey, Lalah Hathaway, Terri Lynn Carrington, Phyllis Hyman and Teddy Pendergrass, Marcus Miller, Richard Bona, Branford Marsalis, Prince, e pubblicazioni di grande successo per Motown e Columbia.

Il suo successo più noto "Another day” rappresenta solo la punta dell'iceberg di un repertorio vastissimo e variegato. Il suo concerto è da classificare tra gli impredibili e destinato a restare un ricordo indelebile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...