venerdì 28 novembre 2014

Carmen Consoli è tornata! Finalmente.

Carmen Consoli. Ma quanto ci è mancata? Cinque anni di silenzio sono veramente troppi per la "cantantessa" che ci aveva abituati alla poesia cantata nel suo unico e originalissimo stile. Dai tempi di "Elettra" aspettavamo il ritorno delle sue canzoni e l'intermezzo di "Per niente stanca" nel 2012 aveva solo attenuato il bisogno di ascoltare i suoi inediti.

La pausa è stata motivata, lo sapete tutti, è diventata mamma.

Come e quanto avrà cambiato la visione del mondo di Carmen il suo nuovo punto di osservazione?
Quanto cambiano le prospettive dopo essere diventati genitori?

A giudicare dal primo singolo "L'abitudine di tornare" uscito oggi la "cantantessa" non è cambiata molto se non in meglio. Non delude mai e anzi sembra che il suo ruolo di madre le abbia offerto una nuova chiave per comunicare con noi: Ci racconta le fiabe.
La cover del singolo è già un programma. La "cantantessa" veste i panni di Dorothy del Mago di OZ per ripercorrere l'avventura che, forse, in questi anni l'ha tenuta lontana da noi ma che le ha fatto incontrare personaggi che trovano riscontri nella nostra attualità e che, crediamo, abbia voluto trasporre nelle sue canzoni.




Il suo ritorno è totale. Lo stesso giorno in cui esce il suo nuovo singolo ed è annunciata l'uscita del suo nuovo CD per il prossimo 20 Gennaio e le prime date del suo nuovo tour che inizierà ad Aprile 2015.

Il 27 Aprile sarà al Palaflorio di Bari!

I suoi concerti si sono sempre contraddistinti per la forte carica energetica che Carmen è capace di trasmettere e i suoi Live sono sempre stati uno dei punti di forza della sua carriera. Cosa averà preparato in tutti questi anni?

Io non vedo l'ora di scoprirlo e di certo non mancherò l'appuntamento con il suo concerto pugliese.

I biglietti sono in prevendita da oggi in tagli da 34.50€ a 46.00€ e sono davvero contento di poter dire che in mezza giornata il Palaflorio è già mezzo pieno!

Tornare è un'abitudine
Per quelli come te
Sommersi e annoiati dai ritmi di sempre


Confesserai mai a tua moglie

Che sabato dormi con me
Da circa dieci anni tra alti e bassi


Ma io non posso chiedere

Io non devo chiedere
Sarai tu a rispondere se vorrai


Ma io non posso piangere

Io non devo piangere
Sarai tu a decidere se vorrai


Tornare è un'abitudine

Per quelli come te
Fedeli ancorati, all'ovile di sempre


Come dirai a tua moglie

Che hai un figlio identico a me
Ha grandi occhi neri
Ha compiuto tre anni


E' piccolo e non può chiedere

Lui non deve chiedere
Sarai tu a rispondere se vorrai


Ma lui non deve piangere

E' vergogna piangere
Sarai tu a rispondere
Se saprai


Ma io non posso chiedere

Io non devo chiedere
Sarai tu a rispondere se vorrai


Ma io non posso chiedere

Io non devo chiedere
Sarai tu a rispondere se vorrai


Sarai tu a rispondere

Sai sempre rispondere
Sarai tu a rispondere
Sai sempre rispondere







0 commenti:

Posta un commento

Lascia il tuo commento a questo POST o, meglio ancora, la recensione allo spettacolo dopo che lo avrai visto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...