venerdì 19 aprile 2013

HERMIT_LIVE AT THE MUSEUM a Maggio e a Luglio a Polignano a Mare.




HERMIT_LIVE AT THE MUSEUM

E' uno di quegli eventi che solo per la sua diversità e originalità meriterebbe tutta l'attenzione possibile.

Per prima cosa la location che sia pur inusuale come un museo d'arte contemporanea come il
Museo Pascali di Polignano a Mare che come  giusto che sia si è evoluto e da semplice contenitore di elementi statici è diventato la location ideale per ospitare ogni espressione dell'arte contemporanea capace di ospitare eventi culturali e persino spettacoli.

Questa è l'occasione in cui la musica si fonde con le immagini. Quando la musica è l'elettronica e le immagini sono il meglio che le potenzialità tecnologiche odierne possano elaborare ecco che lo spettacolo, l'arte e la tecnologia si fondono a formare un'amalgama che non sui può etichettare e che allo stesso tempo è sia espressione artistica che spettacolo.

Saranno tre gli appuntamenti dedicati a questa manifestazione che rientrano nel programma della 13° edizione di anime migranti, dell’associazione culturale Maharajah. Tutti imperdibili.


PROGRAMMA :




10 MAGGIO 
H. 19.30 – H. 01.00 MUSEO PINO PASCALI SALA CAFFE’ 
LETTERARIO E PIAZZALE ESTERNO (INGRESSO 8 €)
LE MOSCHE – DJSET (IT)
CHICKEN LIPS – LIVE SET (UK)
ARTURO CAPONE – DJ SET (IT)
RAFFAELE FIORELLA - VISUAL SET (IT)

11 MAGGIO 
H. 19.30 – H. 01.00 MUSEO PINO PASCALI SALA CAFFE’ 
LETTERARIO E PIAZZALE ESTERNO (INGRESSO 8 €)
LIFE&LIMB – DJ SET (IT - NY)
GRISCHA LICHTENBERGER LIVE SET AUDIO/VISUAL (DE)
PIERINIX – LIVE SET (IT)

12 LUGLIO 
H.19.30 – H. 01.00 MUSEO PINO PASCALI PIAZZALE 
ESTERNO (INGRESSO LIBERO) 
M.E.S.P. – DJ SET (DE - IT)
HERMIT CREW - DJ SET (IT)
BUX – DJ SET (IT)




10 maggio

Live set di Chicken Lips da Londra e Le Mosche dj set.

Raffaele Fiorella Visual Set:

Raffaele Fiorella ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bari indirizzo Scultura specializzandosi successivamente in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo presso la stessa Accademia. 
Nell’a.a. 2007/2008 frequenta un Master in Multimedia Content Design indirizzo Video e Post Production presso la Facoltà di Ingegneria Informatica dell’Università di Firenze. 
Il suo lavoro abbraccia diversi media, fra installazione, video e scultura. In bilico tra poesia e vita ordinaria, il suo lavoro appare come un sottile e sofisticato gioco di contraddizioni. Si tratta di processi d’ibridazione che agiscono tra realtà e finzione, che scivolando dentro un universo asettico e vuoto, appaiono come una proiezione concreta 
dell’io e ridefinizione di un’identità collettiva.


prima della  performance:


- LEMOSCHE (IT)

- CHICKEN LIPS (UK)


Andrew Meecham, Dean Meredith e Steve Kotey, iniziano la loro avventura nel 1998 per la Kingsize Records come diretta continuazione della loro attività solista su differenti progetti paralleli (Sir Drew, Psychedelia Smith, Akwaaba). Come producer questo trio firma numerosi singoli e quattro album, oltre a moltissimi remixes tra cui spiccano quelli realizzati per Robbie Williams, Underworld, Idjut Boys e Playgroup. Apprezzatissimi grazie all'originalità del loro suono, caratterizzato da bassi e synth live, beats e loop trattati con paurosi effetti dub, i Chicken Lips vantano il consenso di personaggi come Fatboy Slim, Pete Tong, James Lavelle e Groove Armada. Innumerevoli sono le compilation in cui sono stati selezionati loro brani e la migliore stampa internazionale offre sempre grande risalto ad ogni loro nuova pubblicazione (Mixmag, DJ, Seven, Jockey Slut, IDJ).
Steve Kotey ne promuove il suono conducendo roventi dj-set con estro musicale e profonda padronanza della pista.


- ARTURO CAPONE (IT)


 (Bear Funk - Humani)
Ideatore e direttore artistico del progetto Humani, è un dj e produttore italiano nato a Chieti. Figlio di un collezionista di vinili, all'inizio degli anni '90 si afferma come uno dei primi dj underground della sua regione, suonando, disco, deep house, Detroit techno, al fianco di personaggi come Oscar Gaetan e Ralph Falcon (Murk), Victor Simonelli, Claudio Coccoluto, Alex Neri, Ralf e molti altri, nei club storici abruzzesi come Halley Club, Underground City, Caffe Network, Go Bang, La Fabbrica, Megà e Atlantide (marche). 




11 maggio


Si respira aria internazionale per questo secondo appuntamento che ha per protagonista il berlinese Grischa Lichtenberger.  Un performing-artist che partecipa presentando le sue performance e la sua musica elettronica. Potrete avere una anticipazione di quello che proporrà seguendo il link poco sopra.
Un Live set/video che porterà "aria nuova" nella nostra cara Puglia e che val la pena di seguire.

 E' la nuova piccola scoperta della Raster Noton. E a sentire lui, sembra che tutto questo sia stato un incidente di percorso… difficile da immaginare se si ascolta la produzione musicale di questo giovane e talentuoso 29enne di Bielefeld, piccola cittadina nel nord della Germania. Una ricerca musicale molto concettuale che riesce a comunicare tutto il contrasto tra materia e organico, tra beat puliti e sintetici perfettamente ovattati e rumori industriali di rotelle sporche, tra l’ascolto e la manipolazione sonora, tra ciò che è emozionalmente pop e ciò che è invece materialmente techno.

Prima dell'ospite, a testimoniare il respiro internazionale di tutta la manifestazione si esibiranno altri performers:


- LIFE & LIMB (IT - NY)
LIFE & LIMB è un duo composto dal salentino Populous e dal newyorkese Short Stories. I due hanno cominciato a collaborare nel 2006, facendo subito uscire il singolo "Breathes the best" per la berlinese Morr Music. Le potenzialità della loro unione artistica sono diventate chiare a tutti nel 2008 con l'uscita del loro primo full-length intitolato "Drawn in basic", sempre su Morr. L'amore per l'hip-hop da un lato e per "Siamese dream" degli Smashing Pumpkins dall'altro, le chitarre in feedback dei My Bloody Valentine e i sintetizzatori di Raymond Scott. L'album riceve ottimi riscontri da parte di tutta la stampa internazionale. Segue "Remixed In Basic", una raccolta di remix, che vede la partecipazione di collaboratori illustri come Teebs, Opiate ed Harald Bjork.



- PIERINIX (IT)



12 luglio

Live set audio/video con Midihands dell’etichetta italiana CNI:

M.E.S.P. (DE)


Il progetto dubstep M.E.S.P. vede la sua partenza agli inizi del 2010 con la partecipazione al Rmx Project Contest indetto da Dj Shadow, Fuso remixa “Midnight in a Perfect World” The DJ Shadow Midnight -FUSO- Rmx by Fuso M.E.S.P. limitandosi ad usare sonorità hip hop, ma a mischiare il tutto anche con metriche dubstep. Grazie anche alla collaborazione con la cantante Miriam Neg, Fuso ottiene la pubblicazione del suo remix nel cd – serie limitata – produzione Dj Shadow.
M.E.S.P. – Music ExtraSensory Perception è un percorso di 22 Remix più un inedito (che da il nome al progetto) che parte dalla dubstep più aggressiva arrivando a sonorità più delicate e meno taglienti. Il tutto, però, collegato da continui riferimenti a noi familiari e che mai ci lasciano estraniati. Una provocazione di bassi alienanti su piattaforme a noi spesso riconoscibili; in questo dualismo la visione di M.E.S.P. è compiuta.

Hrmit Crew (IT)

BUX (IT)


Alla fine sarà prodotto un documentario di 10 minuti sull'esperienza dell'evento con interviste agli artisti alla direttrice de museo, ecc.

I biglietti per le date 10 e 11 maggio all'interno del museo sono a pagamento (8 €) a serata, mentre il 12 luglio all'esterno del museo sarà a ingresso libero.



Per informazioni:

mail: Francescocolagrande@yahoo.it

mobile: 0039 3296498255

web: www.soundcloud.com/francesco-colagrande

location: www.museopinopascali.it



0 commenti:

Posta un commento

Lascia il tuo commento a questo POST o, meglio ancora, la recensione allo spettacolo dopo che lo avrai visto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...